Popolazione residente permanente in Europa

La popolazione dei 28 stati membri dell’UE è aumentata da 407 milioni nel 1960 a poco oltre 508 milioni nel 2015. La crescita demografica è stata più marcata all’inizio del periodo, negli anni ’60, con un aumento medio annuo di oltre 3 milioni di persone e un valore massimo di 4,2 milioni raggiunto nel 1963. Negli anni ’70 l’incremento di popolazione è notevolmente rallentato, assestandosi negli

Visualizza la carta nell’atlante

Popolazione residente

Parole chiave: Svizzera internazionale, Società e Cultura, Demografia, Demografia
Estensione spaziale: Europa
Unità temporale: 1950 – 2015

Elementi della carta: Albania, Algeria, Andorra, Arabia Saudita, Armenia, Austria, Azerbaigian, Belgio, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Cèchia, Cipro, Croazia, Danimarca, Egitto, Estonia, Färör-Inseln, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Giordania, Grecia, Groenlandia, Iran, Iraq, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Kazakistan, Kosovo, Lettonia, Libano, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Marocco, Moldavia, Monaco, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Palestina, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica di Macedonia, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Siria, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ucraina, Ungheria